Copertura assicurativa dopo scadenza

0 Flares 0 Flares ×

Quanti giorni dura la copertura assicurativa dopo scadenza?



La tolleranza è di 15 giorni massimo dopodiché la copertura cessa di esistere e qualsiasi sinistro o infrazione si commetta in cui è richiesta l’assicurazione risulta a carico del contraente (ex, visto che la polizza è oramai scaduta).

Questi 15 giorni di copertura assicurativa dopo scadenza serve praticamente contro le “dimenticanze”, le “distrazioni” o contro quegli eventi che non permettono al contraente di rinnovare la polizza entro la naturale scadenza, ovviamente le compagnie non possono dare una copertura illiminata.

La tolleranza post scadenza non serve solo agli assicurati, ma anche a chi può incorrere o subire dei sinistri i cui colpevoli siano questi assicurati, serve a tutelarli contro i possibili danni subiti.

Negli anni le regole in merito alla copertura assicurativa dopo scadenza sono cambiate molteplici volte, ad oggi però dopo l’introduzione nel Codice delle Assicurazioni dell’articolo 170 bis, dal 1 gennaio 2013 la regolamentazione ha definito il periodo di tolleranza, per legge, in 15 giorni senza condizioni.

In precedenza erano previsti solo nel caso in cui il contraente avesse rinnovato con la stessa compagnia assicurativa, questo perchè con il tecito rinnovo poteva capitare che l’assicurato non avesse ancora saldato il premio dovuto entro i termini stabiliti pure essendosi rinnovata automaticamente.

Con l’abolizione del tacito rinnovo le compagnie assicurative hanno storto il naso per fornire la tolleranza dei 15 giorni, questo perchè non avendo la sicurezza della sottoscrizione automatica della polizza, non ritenevano che dare una ulteriore tutela a chi non era intenzionato a proseguire il rapporto assicurativo, non fosse una buona idea, è dovuta intervenire la Direzione Centrale per la Polizia Stradale per mettere in chiaro la regolamentazione.

Con la Circolare Ministeriale dell’Iterno n° 300/A/1319/13/101/20/21/7 del 14 febbraio 2013 si è stabilito e precisato che tutte le compagnie assicurative sono obbligate a garantire la compertura assicurativa dopo la scadenza per ulteriori 15 giorni successivi con riferimento alla data presente sul tagliando assicurativo, questo sia che la polizza venga rinnovata oppure venga trasferita o vada a “morire” definitivamente.

Tale intervento ha permesso anche di mantenere a norma, per quanto riguarda la copertura assicurativa, il veicolo e l’assicurato anche per quanto riguarda il codice della strada, fino al 2012 nel periodo di copertura post scadenza chi circolava, in caso di controlli, risultava non coperto e quindi sottosposto alle sanzioni previste.

I 15 giorni non valgono solamente per le assicurazioni annuali, ma anche per quelle semestrali che si sottoscrivono molto spesso per l’uso dei motoveicoli oppure per le polizze assicurative che prevedono un pagamento semestrale.

  • I 15 giorni di copertura assicurativa dopo scadenza non devono essere indicati nel contratto con la compagnia, sono previsti per legge.
  • Nel periodo di tolleranza se si viene fermati dalle forze dell’ordine si è in regola con la copertura assicurativa, oltre sono previste tutte le sanzioni come da Codice della Strada.
  • Durante i 15 giorni di tolleranza la copertura in caso di sinistri è garantita, così come la tutela verso chi eventualmente subisce il sinistro.
  • I 15 giorni si applicano sia alle assicurazioni semestrali che a quelle annuali.
  • Non è previsto il periodo di copertura assicurativa dopo la scadenza nelle assicurazioni provvisorie.
  • La durata della copertura post scadenza è di 15 giorni precisi ovvero è valida sino alle 23:59 del quindicesimo giorno, ad esempio se la polizza scade al 5 di maggio, rimane valida sino al 20 maggio alle 23 e 59, dalla mezzanote non si è più coperti.
  • I 15 giorni di tolleranza sono validi anche per le assicurazioni dei veicoli usati dai neopatentati.
  • Se non è specificato nel contratto i 15 giorni di copertura post scadenza valgono solo per la responsabilità civile e non per altre coperture accessorie come il furto, l’incendio, gli atti vandalici o la tutela verso terzi.
  • La copertura post scadenza è valida solo in Italia, se siete all’estero non siete tutelati e nemmeno eventuali terzi che subiscono sinistri da voi causati.
  • I giorni di tolleranza valgono anche se si è già inviata raccomandata con l’intenzione di non rinnovare la polizza alla naturale scadenze.

E’ importante fare sempre molta attenzione e tenere sotto controllo le date di scadenza della polizza di assicurazione, la distrazione e la dimenticanza possono portare a conseguenze molto importanti nel caso di sinistri oltre la copertura post scadenza.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×